domenica 26 agosto 2012

Tovaglietta americana


Quando ho letto del nuovo 
ho pensato: anche questa volta non ce la farò a partecipare,
 il cucito non è il mio forte e non ho creazioni da mostrare.
 Ma stamattina, un po' insonnolita, mentre apparecchio per la colazione, prendo la tovaglietta e ... ma è quella che ho fatto io un paio di anni fa, l'ho appena recuperata da un 
"riordino" dei cassetti!
Ovviamente non posso illustrare tutti i passaggi 
e le foto sono di pessima qualità, frettolose per riuscire a terminare questo post in tempo.
Lo spunto l'ho preso da una delle prime puntate
 di Paint Your Life che ho visto.



Ho preso buste tipo quelle dei surgelati perché sono più resistenti di quelli di biscotti o simili 
e ritagliato i bordi per renderli regolari.


Ho fatto delle pieghe regolari alte circa 2 cm
 fissandole con degli spilli. 


Ho messo una stoffa sul retro e cucito il tutto con la macchina, cercando di fare cuciture diritte, 
ma con scarso scarso risultato.
Ho così ottenuto 8 rettangoli della lunghezza di circa 13 cm.
Ne ho poi rifilato i bordi.


Per nascondere le cuciture ne ho fatte altre a mano 
usando del cotone bianco grosso.


Ho messo un altro pezzo di stoffa nel retro 


mentre sul davanti ho messo un nastro 
per nascondere le congiunzioni.


Questo è il risultato finale.

Unico neo: la metto tranquillamente in lavatrice a basse temperature ma non è possibile stirarla!

 Con questo post partecipo a ...





giovedì 23 agosto 2012

Ortensie




"Hydrangea L. è un genere di piante della famiglia delle Hydrangeaceae, originarie della Cina e del Giappone, comunemente note come ortensie. Tale nome volgare fu imposto alla pianta dal naturalista Philibert Commerson che la introdusse dalle ombrose foreste della Cina in Europa nel XVIII secolo, avendo compiuto tra il 1766 e il 1769 uno dei primi viaggi intorno alla terra alla scoperta di nuove piante, insieme con il navigatore Louis Antoine de Bougainville. Egli, innamoratosi di Hortense Lapaute, moglie dell'astronomo Jérôme Lalande e da lei ricambiato, volle eternare la loro storia d'amore battezzando la pianta con il nome dell'amata."

La sua rigogliosa fioritura regala tutte le sfumature del rosa o dell'azzurro, a secondo del tipo di terreno in cui dimorano.
Quando ero bambina, nel nostro giardino, c'era una pianta di ortensie azzurre.
Mi piaceva molto la delicatezza di quei fiorellini piccoli che poi si univano a formare un'unica corolla "enorme".
Nonostante la sua bellezza, nel linguaggio dei fiori l'ortensia rappresenta freddezza, distacco, la voglia di sfuggire


Ricordandomi di quei fiori ho cercato di riprodurli
 con le mie solite bottiglie di plastica.
Eccovi il risultato






Avete indovinato da dove sono partita? 


dai fiorellini che mi ha preparato mamma Lucia.
A breve pubblicherò il tutorial per realizzare 
le mie ortensie su YouTube.
Aspettatelo!



domenica 19 agosto 2012

Foto della domenica 19 agosto 2012

Voglia di montagna e di fresco.

Non so come si chiama questa ennesima ondata di caldo: 
Lucifero o Caligola?
Qualunque sia il suo nome la voglia di fresco è tanta.

Cascata di Fermona di Ferrera (VA)
Sentite le goccioline sulla pelle, 
vi dà una sensazione di frescura?

Stamattina siamo partiti alla scoperta delle cascate 
presenti nelle provincia di Varese.
Tempo fa ho letto prima il post di Speedy Creativa poi 
quello di Varesenews.it che ne parlava.
Abitiamo abbastanza vicino e non le conosciamo!

Dopo circa un'ora di auto, perché abbiamo scelto di passare per paesini sconosciuti per vederne il panorama


...arriviamo a Ferrera

La cascata si trova appena sotto il centro storico e si raggiunge attraverso un sentiero in pochi minuti.



... incontriamo una prima cascatella...

...sembra tutto facile ma ...


la discesa è ripida (soffro di vertigini!!!) gli "scalini" sono un po' sconnessi ma aggrappandomi alla staccionata ce la faccio!


Lo spettacolo merita la fatica

Roberto inizia a fare un servizio fotografico 
da tutte le angolazioni possibili: 
vuole prendere spunti per disegnare un quadro...


Dopo un quarto d'ora ce ne andiamo: non ci si può fermare per mancanza di uno spazio idoneo e la temperatura è di...
più di 30° !!!
Decidiamo che la nostra scoperta delle cascate varesine 
terminerà qui, fa troppo caldo per muoversi!!!


Con queste foto partecipo alla Foto della domenica di


giovedì 16 agosto 2012

Segnalata per "Red carpet"




Ogni tanto capita anche a me di ricevere dei premi, solitamente ringrazio e penso di non aderire all'iniziativa perchè mi risulta difficile scegliere altri blogs da premiare.
Poi rifletto che anch'io ho ricevuto e ricevo tutt'ora una "spinta" da questi premi virtuali ed eccomi qui ad accettare il RED CARPET regalatomi da Silvia: la ringrazio per questo, per i suoi commenti incoraggianti ma anche perché ho potuto conoscere altri blogs interessanti navigando nella blogsfera usando il suo elenco.
Sono pronta a percorrere il tappeto rosso... ho paura di cadere e scivolare da quei gradini... vi fareste proprio un mucchio di risate... no non accadrà!
L'inizio è facile: devo rispondere alle 16 domande per aggiungere qualche informazione in più su di me...sono preparata, conosco l'argomento!

1) Qual è l'ultimo acquisto che hai fatto?
2 uova da rassodare per decorare il salmorejo e 

pinoli per fare il pesto di zucchine (fresche da giardino) 
2) Quale sarà il tuo "Must Have" per la primavera/estate?
Pantaloni bianchi, neri, jeans rigorosamente leggeri da abbinare a magliette lunghe colorate 
3) Unghie lunghe o corte?
Quelle delle mani corte e senza smalto, al massimo trasparente.
Quelle dei piedi con smalto scuro, nero, viola o bordeaux tutto l'anno!
4) Rossetto o gloss?
Quasi mai ma comunque gloss.
5) Stivali o sandali?
Sandali con la zeppa altissima: la vita cambia aspetto vista dall'alto 
soprattutto per chi è alta 1,58 cm!
Ma i miei acciacchi ultimamente me ne fanno limitare l'uso....
Gli stivali solo in inverno!
6) Abbronzatura sì o no?
Sììììì anche se si vede solo dall'aumento del numero di lentiggini sul viso:
 sono una lucertola che non cambia colore ....
7) Profumo o acqua profumata?
Acqua profumata, lascia poca scia ...
8) Hai già fatto i programmi per le vacanze estive?
Già fatti e terminati: ma sogno in continuazione di fare altre vacanze.
9) Occhi o labbra in primo piano?
Mi basta solo del rimmel e gli occhi risaltano ... ho delle ciglia lunghissime.
10) Terra o blush?
Raramente, in inverno, la terra.
11) Palestra o dolce far niente?
Palestra fai da me lasciando l'auto nel parcheggio più lontano 
e usando le scale e non l'ascensore
12) Shorts o mini?
Ho una certa età ... mi riderebbero dietro! 
13) Capelli lisci o ricci?
Li ho leggermente mossi ma alterno periodi con la coda a quelli cortissimi.
Adesso sono corti, rigorosamente nero corvino (tinto) con un ciuffo bianco
 che potrebbe diventare blu o rosso a breve.
14) Il tuo colore per l'estate.
Nero e bianco ma accessoriato con le collane e orecchini che faccio io:
 ricevo molti complimenti ... per gli accessori!
15) Giornata al mare o in montagna?
Al mare!!! ... ma anche la montagna, la collina o la città:

 basta visitare qualcosa di nuovo, in mezzo alla natura è meglio.
16) Fondotinta d'estate si o no?
No!!! nasconderebbe le mie lentiggini duramente conquistate. 

Ora dovrei lasciare l'elenco di 15 blogs che abbiano meno di 200 followers: il compito più difficile!!! 
Qui sì che potrei scivolare e cadere!
Ho cliccato sull'elenco delle mie lettrici fisse: mi sono accorta che pensavo di essernmi unita ad alcune di loro ed invece no!
Da distratta come sono non le ho nemmeno ringraziate per avermi scelto!.
Tutti i blogs a cui mi sono linkata meriterebbero un premio perché hanno suscitato il mio interesse, curiosità ed ammirazione

Ecco quindi il mio elenco di blogs 
in ordine assolutamente casuale: 
alcuni sono nati da poco e hanno bisogno di essere conosciuti, altri forse li hanno già nominati in altri premi... altri ancora non li posso elencare perché ne devo scegliere solo 15!



Una menzione speciale per
http://www.ilmondodilucy.com
che ho conosciuto proprio tramite il blog di Silvia, e
http://valdafrica.blogspot.it
 due blog che fanno bene al cuore.

Eccomi alla fine di questa difficile scelta!
Alla prossima!

domenica 12 agosto 2012

Sono sbocciati i fiori ...

...tra le mie piante.

Eccoli, una macchia di colore tra le foglie della pianta d'incenso, sembrano appena sbocciati, quasi se ne coglie il profumo ma 
sono di plastica!


Questa è la storia della loro nascita:
 a Silvana hanno regalato 
questo piccolo vaso, 
(guardatelo bene e cercate di indovinare con quale materiale è stato fatto)

 

troppo particolare per essere usato 
solo come portapenne. 
Mi ha quindi chiesto di impreziosirlo 
con dei fiori 
come "tu saprai inventare". 

Potevo non raccogliere la sfida? Nooo! 
Mi ritrovo a ritagliare delle paillettes bottiglie di plastica 
di 3 colori e dimensioni, 
usando come misura le monete da 2€, 1€ e 10 centesimi


Prendo un filo metallico sottile, una perlina di legno gialla, foro i tondini di plastica vicino al bordo ( non in centro ) 
e inizio ad infilarne quattro partendo dai più piccoli,


Faccio un nodo, infilo quattro tondini 
di misura media, 
altro nodo e infine metto quelli più grandi.


A questo punto prendo una candela
 e faccio arricciare un po' i bordi.


Prendo il fondo di una bottiglia piccola color arancio, 
la ritaglio a forma di fiore, 
scaldo i bordi con la candela e foro il centro con il dremel.



Prendo una bottiglia verde: con il fondo ne faccio un fiore come il precedente. 
Ritaglio il resto della bottiglia
 a filo sottile. 
In questo modo preparo il gambo.


Infilo sul mio fiore rosso il fondo di bottiglia 
prima arancio e poi quello verde



Questo è il risultato finale


Prendo questo fiore e per crearne il gambo lo fisso su del filo di ferro
prima avvolgendo il filo metallico del fiore, poi ricoprendo il gambo con la guttaperca.


Per irrobustire il gambo prendo il filo di bottiglia verde, 
lo avvolgo intorno al fil di ferro e lo scaldo per indurirlo e fare in modo che non si disfi.


Ecco un fiore finito...


che poi sono diventati 2 ... 3... 4... tanti.
raggruppati in un mazzo
... arricchito con le foglie che ho fatto prendendo
 il filo di bottiglia che ho scaldato "tirandolo".


... che poi Silvana a messo nel suo vaso  ...



Avete indovinato di cosa è fatto il vaso?
...un indizio...è di carta ...

La mia pianta di incenso è ritornata bianca e verde 
in attesa della fioritura dei suoi fiorellini bianchi 


Nel frattempo mia mamma Lucia ha cominciato a preparare tanti, anzi tantissimi fiorellini azzurri che serviranno a preparare....
... ve lo spiegherò nel prossimo post. 


Nel frattempo godetevi queste fotografie che ho fatto 
alle dalie del suo giardino.






Ps: ho messo questo tutorial anche 
come video su youtube
al seguente link:
tutorial fiori da bottiglie di plastica